CORONAVIRUS: LETTERA DEL PRESIDENTE

LA VITA INCONTENIBILE

E’ arrivata una malattia imprevista, che ha colpito molti e a molti di più suscita incertezza e preoccupazione. Le città sono deserte, gli ospedali pieni, gli operatori sanitari sotto pressione a tutti i livelli.Eppure, la forza della vita, incontenibile, pervade le nostre case, il nostro lavoro e le nostre relazioni.Le comunità, pur con le limitazioni del caso, sono a pieno regime, il personale le sta tenendo attive, gli ospiti e le famiglie sono sostanzialmente collaboranti, Il centro diurno viaggia a regime minimo per ridurre i rischi da promiscuità, gli appartamenti sono attivi ed ospitali. Negli uffici c’è la gente minima sufficiente, gli altri sono nelle case a lavorare a distanza.

E’ la declinazione al presente del desiderio di guarigione per tutti, è l’inizio di una possibilità nuova, è la promessa mantenuta di chi ci da la vita.

Qui la foto del Laboratorio riconvertito alla produzione temporanea di mezzi di protezione rende l’idea del desiderio che abbiamo tutti nel cuore.

Grazie a ciascuno per quello che siete e per quello che fate: buon lavoro.

Il Presidente Alessandro Pirola