CASA IRIS

Nel 1992, sulla scorta dell’esperienza positiva riscontrata nella conduzione di Casa San Paolo, l’Ente pubblico affidava in gestione alla Fondazione Adele Bonolis – As.Fra la Casa Iris di Monza, per una capienza complessiva di 22 persone. Nel 2007 la fondazione ha assunto la decisione di avviare la costruzione di una nuova Casa Iris presso la sede di Vedano, che è divenuta operativa il 23 dicembre 2008.

Piano terreno – CRA “R0”

Primo piano – CRA “R1”

Casa Iris è una costruzione molto gradevole e luminosa, con pianta a “U”, il cui fulcro centrale è racchiuso – verso il fronte di ingresso e verso il giardino interno, sul retro – tra grandi pareti vetrate, mentre la parte notte, che ospita le camere, si prolunga con due ali che contornano il giardino e, dall’interno, lo rendono fruibile alla vista grazie alle pareti completamente vetrate, che salgono obliquamente dall’interno verso l’esterno aggettando nel giardino, quasi a racchiuderlo. L’immobile è completamente climatizzato.

Al piano terreno, la grande hall di ingresso costituisce uno spazio comune di interscambio tra le due residenze ed è a disposizione degli ospiti di entrambe le comunità. Oltre a questo, è presente un atelier a disposizione di entrambe le Comunità.

CRA “R0” e CRA “R1”

Le due CRA usufruiscono di spazi abitativi equivalenti, seppure diversamente disposti. Al pian terreno, è presente una gran hall oltre all’atelier a disposizione degli ospiti di entrambe le CRA

Ciascuna di esse è dimensionata per ospitare autonomamente 20 ospiti in camere a 2 letti, con bagno autonomo, più una camera supplementare per consentire di ospitare, temporaneamente, uno dei pazienti residenti in stanza singola.

Ogni comunità dispone inoltre di un soggiorno e di una sala da pranzo attrezzata con angolo cottura per svolgere attività di cucina. I pasti sono confezionati nelle cucine della Fondazione, presso Casa San Paolo, e vengono trasportati negli appositi contenitori.

Gli spazi operativi sono rappresentati dall’infermeria, dallo studio medico, studio psicologi, dall’ufficio del coordinatore e dall’ufficio degli operatori.